Condizioni di viaggio

Venerdì, 01 Gennaio 2016 00:00

ACQUISTO BIGLIETTI

I titoli di viaggio possono essere acquistati sul presente sito, presso le Agenzie convenzionate o direttamente a bordo facendone richiesta al conducente.

I biglietti disponibili su www.prontobusitalia.it possono essere acquisiti in due modalità:

  • - Paga a bordo, consente l'acquisto di un biglietto non modificabile ma cancellabile fino a 1 ora prima della partenza. L'importo dovuto sarà corrisposto direttamente al conducente del viaggio al momento della partenza.
  • - Paypal, consente l'acquisto di un biglietto non modificabile, non cancellabile quindi non rimborsabile. L'importo dovuto deve essere corrisposto contestualmente alla prenotazione tramite Carta di credito o mediante l'eventuale credito dell'account Paypal. L'iscrizione al sito Paypal non è necessaria.

 

LOW COST

I biglietti a tariffa Low Cost sono normali titoli di viaggio emessi a tariffa scontata. Tali biglietti non sono modificabili o rimborsabili, ed inoltre:

  • - sono a disponibilità limitata
  • - sono a disponibilità variabile
  • - possono essere acquistati mediante Paypal o direttamente nelle Agenzie convenzionate.
  • - la tariffa Low Cost non si cumula con altri sconti e/o inziative Prontobus.

Per accedere allo sconto, selezionare l'opzione "LOW COST" nel menu sconti nella pagina di prenotazione. Opzione soggetta a disponibilità.

 

VALIDITA’ BIGLIETTI

I documenti di viaggio non sono cedibili e sono validi per il giorno e per la corsa per cui sono stati rilasciati. La mancata effettuazione del viaggio per causa del viaggiatore non dà diritto né al rimborso né alla proroga della validità del biglietto.


BAGAGLI

Il bagaglio e relativo contenuto non sono assicurati e , pertanto si consigliano i sigg. passeggeri a non trasportare oggetti di valore ovvero dotarsi di apposita polizza assicurativa. Ciascun viaggiatore pagante ha diritto al trasporto di n. 1 bagaglio di dimensioni non superiori a cm 160 (lunghezza + larghezza + altezza) da sistemare nella bagagliera del pullman, ed un  piccolo bagaglio a mano dalle dimensioni massime di 50x30x10, da sistemare nella cappelliera.

Non sono ammessi bagagli contenenti liquidi. Compatibilmente con la disponibilità di spazio, possono essere accettati a bordo ulteriori bagagli, previo il pagamento della tariffa prevista direttamente al personale di bordo, che dovrà rilasciare formale biglietto -ricevuta.

In caso di smarrimento, furto, manomissioni o danneggiamento del bagaglio consegnato chiuso e depositato nella bagagliera , il trasportatore sarà responsabile esclusivamente nei limiti  massimi di € 6,20 per chilogrammo o della maggiore cifra risultante dalla dichiarazione di valore qualora formalmente effettuata ed espressamente accettata dal vettore, se non prova che la perdita o le avarie sono derivate da causa a lui non imputabile. Nel caso di  impossibilità a stabilire il peso del bagaglio o non sia stata resa la dichiarazione di valore, il  limite di valore per ogni collo è fissato per legge in  € 103,00

Nessuna responsabilità per il vettore per i bagagli a mano o per i bagagli non depositati nella bagagliera del pullman se non  quando il passeggero provi che la perdita o l’avaria siano stati determinate da causa imputabile al vettore .

Qualsiasi problema relativo al bagaglio deve essere segnalato, a pena di decadenza, al momento della riconsegna, se trattasi di perdita o di avarie apparenti, ovvero entro tre giorni, se trattasi di perdita o di avarie non apparenti .

Qualora il bagaglio venisse ritrovato, sarà cura  del passeggero venire a ritirarlo presso l ́Ufficio Assistenza che gli verrà comunicato.


OGGETTI SMARRITI

La società non risponde del bagaglio che venga lasciato dal proprietario sull’autobus. Gli oggetti rinvenuti in vettura vengono depositati presso la rimessa della società e sono tenuti per un periodo massimo di 1 mese, a disposizione dei legittimi proprietari i quali dovranno dare tutte le indicazioni atte a confermare la loro proprietà.


DANNI

Tutti i danni e guasti arrecati dal viaggiatore ai veicoli, agli oggetti e/o ai locali della società debbono essere risarciti.


ORARI 

Tutte le informazioni pubblicate negli orari e nei depliants pubblicitari sono soggette a variazione, pertanto il passeggero è tenuto a chiederne conferma  al momento della prenotazione: in particolare nei periodi di Capodanno, Pasqua, 1° Maggio, Ferragosto e Natale il programma di esercizio pubblicato delle linee potrà subire riduzioni, incrementi o modifiche, pertanto si raccomanda agli utenti particolare attenzione al momento della prenotazione. 

In caso di ritardi del servizio di linea rispetto all’orario previsto , i passeggeri  riceveranno dagli uffici Prontobus o dal gestore dell’autostazione entro 30 minuti dall’orario di partenza, adeguata informazione sulla reale situazione e,non appena disponibile sul reale orario di partenza. 


TRASPORTO ANIMALI

Nell’interno dei veicoli è consentito il trasporto di piccoli animali ( cani e gatti ) purchè siano tenuti in apposite custodie durante l’intero viaggio e siano stati presi accorgimenti atti a renderli non offensivi e pericolosi (es.: piccoli cani dotati di museruola) contro il pagamento del 50 % della tariffa intera ordinaria.

A qualsiasi passeggero che chieda l’allontanamento dell’animale e relativo accompagnatore , non verra’ rimborsato il biglietto ma sara’ consentito lo spostamento della data e/o orario.


E’ vietato trasportare merci infiammabili, esplosive e in ogni caso pericolose.

Diritti dei passeggeri secondo il Regolamento (UE) n. 181/2011

1) Diritto a condizioni di trasporto non discriminatorie

Nell'acquisto del biglietto per il servizio di trasporto persone a mezzo autobus, nessun utente deve essere discriminato, direttamente o indirettamente, in base alla sua cittadinanza o al luogo di stabilimento del vettore o del venditore di biglietti nell’Unione Europea.
Per il regolare servizio di trasporto, i vettori emettono al passeggero un biglietto (eventualmente in formato elettronico), a meno che altri documenti non diano diritto al trasporto.

2) Diritto all'informazione

Nel trasporto su autobus di linea, tutti i passeggeri hanno il diritto a ricevere informazioni adeguate durante l'intero viaggio. Fanno parte di questo diritto la comunicazione dei diritti dei passeggeri e delle indicazioni necessarie a prendere contatto con gli organismi nazionali responsabili dell'applicazione del presente regolamento.
Tutte le informazioni generali rilevanti, nonché le condizioni di trasporto, devono essere fornite in formato accessibile anche a persone disabili o con mobilità ridotta; tali formati possono essere, ad esempio, stampa in caratteri grandi, linguaggio chiaro, Braille, registrazione vocale.

In caso di cancellazione o ritardo alla partenza di un servizio regolare, il vettore o, se opportuno, l’ente di gestione della stazione di autobus, informerà quanto prima i passeggeri in partenza dalla stazione e comunque non oltre 30 minuti dopo l’ora di partenza prevista e comunicherà la nuova ora di partenza prevista non appena tale informazione sarà disponibile. Se i passeggeri perdono un servizio di trasporto in coincidenza a causa di una cancellazione o di un ritardo, il vettore o se opportuno, l’ente di gestione della stazione, compirà sforzi ragionevoli per informare i passeggeri interessati in merito a collegamenti alternativi. Ove possibile, il vettore fornirà tali informazioni anche per via elettronica, nel caso in cui il passeggero ne abbia fatto richiesta ed abbia fornito al vettore i dati necessari per essere contattato.

3) Diritto al risarcimento e all'assistenza in caso di incidente

Durante il servizio di trasporto, i passeggeri hanno diritto ad un risarcimento per il decesso o le lesioni personali, nonché per la perdita o il danneggiamento del bagaglio avvenuti a seguito di un incidente derivante dall’utilizzo di autobus. Per le condizioni e l'importo del risarcimento si rimanda alla legislazione nazionale vigente; il regolamento stabilisce unicamente determinati importi minimi. Il risarcimento non avviene in automatico, ma dovrà essere eventualmente rivendicato davanti a tribunali nazionali.
A seguito di un incidente, il vettore dovrà inoltre prestare ai passeggeri un'assistenza adeguata, relativamente alle esigenze pratiche immediate dei passeggeri stessi. Tale assistenza comprende, ove necessario, sistemazione, cibo, indumenti, trasporto e primo soccorso.

4) Diritto alla continuazione del viaggio, al reinstradamento e al rimborso del prezzo del biglietto in caso di annullamento o di ingente ritardo.

In caso di numero di prenotazioni superiore ai posti disponibili, oppure qualora il vettore preveda ragionevolmente che la partenza di un regolare servizio di linea** subisca un ritardo di oltre 120 minuti o venga annullato, i passeggeri avranno diritto a scegliere tre le seguenti opzioni: la continuazione del viaggio, il prima possibile, fino alla destinazione finale con percorso modificato (reinstradamento), senza oneri aggiuntivi e a condizioni analoghe, oppure il rimborso dell'intero prezzo del biglietto e ove necessario, il ritorno gratuito, il prima possibile, al punto di partenza indicato nel contratto di trasporto.
Il passeggero avrà la stessa scelta anche qualora il servizio di linea venga annullato o qualora la partenza da una fermata ritardi di oltre 120 minuti.
Qualora il vettore, nelle situazioni sopra elencate, non proponga ai passeggeri la scelta tra rimborso e continuazione del viaggio lungo un percorso alternativo, i passeggeri avranno diritto ad un rimborso pari al 50 % del prezzo del biglietto.
Questo diritto al risarcimento e l'eventuale rimborso del prezzo del biglietto non escludono il diritto dei passeggeri a far valere, davanti a tribunali nazionali e secondo le norme di legge vigenti, eventuali rivendicazioni derivanti da danni subiti a causa dell'annullamento o del ritardo del servizio di linea.
Qualora l’autobus diventasse inutilizzabile durante il viaggio, il vettore dovrà inviare un altro veicolo sul luogo in cui si trova il veicolo inutilizzabile, al fine di trasportare i passeggeri fino alla loro destinazione o comunque fino ad un idoneo punto di attesa e/o una stazione da cui sia possibile proseguire il viaggio.

5) Diritto all'assistenza in caso di cancellazione o ritardo alla partenza

Per i viaggi con autobus a lunga percorrenza la cui durata prevista supera le tre ore, in caso di cancellazione o ritardo della partenza da una stazione superiore a 90 minuti, i passeggeri hanno diritto a ricevere un'assistenza adeguata. Tale assistenza comprende spuntini, pasti e bevande, nonché, se necessario, la sistemazione in un alloggio. (Il vettore potrà limitare il costo complessivo dell'alloggio per ogni passeggero a 80 euro a notte, per un massimo di due notti. Il vettore non è tenuto a farsi carico dei costi relativi all'alloggio qualora l'annullamento o il ritardo siano dovuti a condizioni meteorologiche fortemente avverse o a gravi catastrofi naturali.)

6) Diritti dei disabili e di persone con mobilità ridotta***

Per quanto riguarda le persone disabili o con mobilità ridotta vigono in questo settore, oltre ai diritti generali dei passeggeri, anche i seguenti diritti, volti a far si che tali persone possano usufruire delle stesse possibilità di viaggio e trasporto degli altri cittadini.

a) Diritto delle persone disabili o con mobilità ridotta ad accedere a tutti i servizi di trasporto senza sovrapprezzo alcuno

I vettori, gli agenti di viaggio e gli operatori turistici non dovranno pretendere da persone disabili o con mobilità ridotta alcun sovrapprezzo per prenotazioni o acquisto di biglietti.
Non possono inoltre rifiutare di accettare una prenotazione, di emettere un biglietto o di accettare a bordo passeggeri a causa di una loro disabilità o di una mobilità ridotta. Sono ammesse delle eccezioni esclusivamente qualora il trasporto di una persona disabile o con mobilità ridotta non fosse possibile secondo le vigenti norme di sicurezza per il trasporto di passeggeri oppure nel rispetto dei requisiti per la tutela della salute e della sicurezza stabiliti dalle autorità competenti; altra eccezione è consentita qualora la configurazione del veicolo o delle infrastrutture renda impossibile il trasporto di persone disabili o con mobilità ridotta in condizioni di sicurezza e concretamente realizzabili.
Qualora un vettore, un agente di viaggio o un operatore turistico nel campo del trasporto a lunga percorrenza si rifiuti di accettare una prenotazione, di emettere un biglietto o di accettare a bordo un passeggero per i motivi sopra riportati, questi dovrà informare tempestivamente la persona in questione - su sua richiesta anche per iscritto - circa i motivi del rifiuto. In caso di mancata accettazione della prenotazione o di rifiuto di emettere il biglietto, il vettore, agente di viaggio o operatore turistico dovrà inoltre informare il passeggero circa i possibili servizi alternativi accettabili gestiti dal vettore. Qualora la presenza di una seconda persona in grado di prestare l'assistenza necessaria possa risolvere le motivazioni che hanno portato al rifiuto della prenotazione o dell'accesso all'autobus, il passeggero potrà pretendere di essere accompagnato, gratuitamente, da una persona di sua scelta.
Qualora il vettore rifiuti comunque, a causa della disabilità o mobilità ridotta, il trasporto sull'autobus di una persona disabile o con mobilità ridotta in possesso di un regolare biglietto o prenotazione, e che abbia correttamente informato il vettore stesso circa l'assistenza speciale necessaria, tale passeggero potrà scegliere tra il rimborso del prezzo del biglietto e - purché siano disponibili i necessari servizi di trasporto - la prosecuzione del viaggio lungo un percorso alternativo.
I vettori e i gestori delle stazioni di autobus dovranno provvedere a garantire delle modalità di accesso non discriminatorie per le persone disabili o con mobilità ridotta. Dovranno inoltre portare tali modalità a conoscenza del pubblico e metterle fisicamente a disposizione in caso di richiesta del passeggero.

b) Diritto all'assistenza speciale

Nel trasporto su lunghe distanze i vettori e i gestori delle stazioni di autobus, ognuno per quanto riguarda la sua sfera di competenza, dovranno prestare gratuitamente assistenza alle persone disabili e con mobilità ridotta.
Le persone disabili o con mobilità ridotta dovranno informare il vettore, con almeno 36 ore di anticipo, circa le loro particolari necessità di assistenza, e trovarsi poi all'orario stabilito prima della partenza (massimo 60 minuti prima) presso il punto concordato della stazione di autobus.

c) Diritto al risarcimento in caso di perdita o danneggiamento di attrezzature per la mobilità

Qualora a causa o per colpa del vettore o del gestore della stazione di autobus si verifichi la perdita o il danneggiamento di attrezzature per la mobilità (quali sedie a rotelle o altri dispositivi di ausilio), il responsabile dovrà versare un risarcimento corrispondente al valore di sostituzione dell'attrezzatura o eventualmente ai costi di riparazione.
Se necessario verrà effettuato ogni sforzo per procurare una sostituzione temporanea per le attrezzature di mobilità danneggiate o andate perse.

7) Diritto alla presentazione di reclami presso il vettore o presso gli organismi nazionali responsabili dell'applicazione del presente regolamento

I passeggeri possono presentare il reclamo presso il vettore entro tre mesi dalla data del viaggio, avvenuto o programmato, su autobus di linea. Il vettore dovrà comunicare al passeggero, entro un mese dalla ricezione del reclamo, se questo è stato accettato, rifiutato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione. Entro tre mesi dalla ricezione del reclamo, il vettore dovrà fornire al passeggero una risposta definitiva.
I termini indicati non valgono in caso di questioni relative al risarcimento per casi di morte o infortunio, nonché in caso di perdita o danneggiamento del bagaglio a seguito di un incidente.

8) Far valere i diritti del passeggero

Ogni stato membro dovrà nominare uno o più enti preposti a far valere i diritti sanciti dal regolamento.
L'organismo nazionale designato sarà responsabile dell'applicazione del presente regolamento relativamente ai servizi regolari di autobus di linea da località site nel territorio dello stato membro stesso, nonché relativamente a servizi regolari di autobus di linea da un paese terzo a dette località.
Ogni passeggero potrà presentare a tali organismi nazionali un reclamo per una presunta infrazione al regolamento. Uno stato membro potrà stabilire che il passeggero debba, in prima istanza, presentare il reclamo al vettore; in questo caso l'organismo nazionale per l'applicazione del regolamento si occuperà dei reclami per i quali non è stata trovata soluzione. A tal fine, il passeggero potrà rivolgersi, in seconda istanza, all'Autorità di Regolazione dei Trasporti, utilizzando il modulo reclamo passeggeri autobus. L'organismo nazionale per l'applicazione del regolamento sui diritti dei passeggeri può essere contattato con le seguenti modalità:

Autorità di Regolazione dei Trasporti
Via Nizza 230, 10126 Torino
PEC:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
Email: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ai sensi dell'art. 14, comma 2 del regolamento (UE) n. 524/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 maggio 2013 relativo alla risoluzione delle controversie online dei consumatori, si fa riferimento alla possibilità di ricorrere alla piattaforma ODR, che è gestita dalla Commissione europea, per risolvere le controversie dei consumatori insorte dopo avere stipulato un contratto online.  

È possibile accedere a tale piattaforma al seguente link: http://ec.europa.eu/odr.

9) Avviso ai passeggeri

Si informa la gentile clientela che è possibile presentare segnalazioni all'Autorità di Regolazione dei Trasporti, ai sensi del Regolamento (UE) n.181/2011, relativo ai diritti dei passeggeri nel trasporto effettuato con autobus (N.B.: solo dopo aver presentato un reclamo a Prontobus Srl e decorsi novanta giorni dall'invio), tramite posta raccomandata all'indirizzo di Via Nizza n.230, 10126-Torino, oppure inviando una mail ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

 

oppure utilizzando l'apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell'Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

 

RICERCA VIAGGIO
AVVIA RICERCA